Per ora io. Il resto verrà col tempo.
Background Illustrations provided by: http://edison.rutgers.edu/
  • Don Juan:

    Qualsiasi strada è solo una strada e non c'è nessun affronto, a se stessi o agli altri, nel lasciarla andare, se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare. Ma il tuo desiderio di insistere sulla strada o di abbandonarla deve essere libero dalla paura o dall'ambizione. Ti avverto: guarda ogni starda attentamente e deliberatamente; mettila alla prova tutte le volte che lo ritieni necessario. Tutte le strade sono uguali: non portano da nessuna parte. Sono strade che passano attraverso la boscaglia o che vanno nella boscaglia. Quindi poni a te stesso una domanda: questa strada ha un cuore? Se lo ha, la strada è buona; se non lo ha non serve a niente. Entrambe le strade non portano da alcuna parte, ma una ha un cuore e l'altra no. Una conduce a un viaggio lieto; finché la segui sei una sola cosa con essa. L'altra ti farà maledire la tua vita. Una ti rende forte. L'altra ti indebolisce.

  • Castaneda:

    Ma come faccio a capirlo?

  • Don Juan:

    E' una cosa che si sente. Il problema è che nessuno si pone questa domanda, e quando un uomo si accorge di aver intrapreso una strada senza cuore, essa è pronta ad ucciderlo. Arrivati a quel punto, sono pochi quelli che si fermano a riflettere e abbandonano la strada.

  • Castaneda:

    Quello che vorrei sapere è se esiste un metodo per non mentire a se stessi credendo che la risposta sia positiva quando in realtà non lo è.

  • Don Juan:

    Perché dovresti mentire?

  • Castaneda:

    Forse perché in quel momento la strada sembra piacevole e divertente.

  • Don Juan:

    Sciocchezze. Una strada senza cuore non è mai piacevole. Devi lavorare duramente anche per intraprenderla. D'altra parte è facile seguire una strada che ha cuore, perché amarla non ti costa.

Reblogged from infiniteattese  7.443 note

Uno psicologo stava spiegando come gestire meglio lo stress. Quando sollevò un bicchiere d’acqua, tutto il pubblico immaginò che avrebbe posto la solita domanda: “Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?”
Quello che invece domandò fu: “Quanto credete che pesi questo bicchiere d’acqua?”
Le risposte variarono da 250 a 400 grammi.
“Il peso assoluto non conta, – replicò lo psicologo – dipende dal tempo per cui lo reggo. Se lo sollevo per un minuto, non è un problema. Se lo sostengo per un’ora, il braccio mi farà male. Se lo sollevo per tutto il giorno, il mio braccio sarà intorpidito e paralizzato. In ogni caso il peso del bicchiere non cambia, ma più a lungo lo sostengo, più pesante diventa.” E continuò: “Gli stress e le preoccupazioni della vita sono come quel bicchiere d’acqua. Se ci pensate per un momento, non accade nulla. Pensateci un po’ più a lungo e incominciano a far male. E se ci pensate per tutto il giorno, vi sentirete paralizzati e incapaci di far qualunque cosa. By (via nonfamale)